martedì 21 dicembre 2010

SOGNI DI GIOVENTù

   Primi di Maggio mi sembra ieri
   quando scendevo i suoi scoscesi  sentieri,
   salivam dalla svizzera  noi contrabbandieri,
   passata la rete poi giù dal Bisbino .
   Come la montagna da qui siam discesi,
   siam duri macigni,siam giovani arcigni,
   Poi in quel di Piazza finiva al mattino,
   con un buon caffè ed un grappino,
   or che dei tempi ho solo il ricordo,
   torno a passeggio, guardo il paesaggio,
   da lassù Como e il lago,il Baradello,
   mi fanno tornare un giovincello.

Nessun commento:

Posta un commento