domenica 6 marzo 2011

padrona del cielo

Il cielo ti appartiene
per il tempo che riuscirai a stupirtene..
la sera fugge, ma la tua vita è lenta

Istante dopo istante, la meraviglia ti assale
Trattieni sempre ,alla fine del giorno
un filo di vento tra le dita.

Ricongiungilo alle tue nuvole,
scagliate contro il sereno del cuore,
terso e intenso, battito dopo battito,
scandisci la meraviglia e lo stupore.

Non dimenticare mai ,com’è fatto un filo d’erba,
fermati a guardare l’ape solitaria della sera ,
che attraversa la vaghezza ,dell’aria fresca e divina.

La dolcezza di un fiore che dorme
nel mistero dell’imbrunire, la mia carezza mai richiusa.

E molti  diranno che non è importante,
perché il mondo trascura il vero.

Non importa, lascia che il sogno ti assalga
riconoscendoti tra le righe,di una pagina bianca,
scritta con l’imperfezione ,di chi crea.

Nessun commento:

Posta un commento