mercoledì 1 giugno 2011

PROFUMO Dì DONNA
Il tuo profumo s’insinua lieve,
e mi stordisce l’abbandono,
naufrago tra le nuvole,
sopra prati addolciti dalla nebbia.
Attesa
desiderio che mi  fa tua preda,
spartito immenso .
A passi lenti
sul limitar del bosco,
serenità nel vento .
E nel silenzio dei sensi
abbandonati i corpi.
E come acini d’un dolce grappolo,
ti pilucco piano.

Nessun commento:

Posta un commento