domenica 11 marzo 2012

La luna

Vestita di fitto mistero,
sei lì avvolta nel tuo magico alone
immobile ogni notte, sei lì che
guardi, la terra, complice
dei baci rubati, da giovani copie, in vicoli oscuri.                                                                      
Dall’alto dei monti grandi occhi
spiano i tuoi umori, traendone
preziosi aiuti,e arcane previsioni,
senza nulla chiedere,
regoli il ciclo della vita,
muovendo oceaniche maree.
A te poeti,scrittori,e noi tutti mortali,
abbiamo  rivolto i nostri pensieri.
eppur sei solo un pianeta fisso lì
nell'universo, che ogni sera
fa capolino
tra nuvole e stelle
regalando a noi umani teneri sogni
.

Nessun commento:

Posta un commento