domenica 28 novembre 2010

NEVE

Bianchi fiocchi di neve,cadono in questa
Domenica di fine Novembre,
solo pochi giorni fa ,la mia mente si sarebbe
scatenata, avrei fantasticato.
Il presepe,il Natale,giochi infantili,avrei
scritto d’amori,sorti e finiti ,nell’arco
di poche rime baciate.
Invece non ho che la morte nel cuore.
Una farfalla in volo, un pesco in fiore,
le nuvole di un temporale, erano un sogno
fantastico ,usciva fuori il bambino ch’era in me.
Cominciavo a descrivere l’amore ,la vita.
Ora la mia mente è grigia come questo cielo,
non trovo più parole per descrivere quello
che fino a ieri mi sembrava naturale.
Neve candida e silenziosa ,dammi tu la forza,
per ritornare a scrivere,fammi tornare fanciullo,
ritorna in me la fantasia ,
Non potrò più vivere ,senza i miei poemi.

Nessun commento:

Posta un commento