mercoledì 1 dicembre 2010

PRIMO DICEMBRE A VERTEMATE


Oggi  solo  freddo, e fiocchi di neve dal cielo,
rami degli alberi di Vertemate,
 si protendono come artigli,
alla ricerca di un raggio di sole.
Mi  inoltro in questo piccolo parco,
dove solo foglie secche separano,
la ancor calda  terra, dal manto nevoso.
Passerotti ,merli, e fringuelli,
si contendono le poche briciole,
cadute da una tovaglia,scrollata alla fine,
di una prima colazione.
 Tutto mi sembra un antico dipinto,
solo il rumore di un motore mi avverte,
che sono passati sessant’anni,
da quando bambino, sognavo il santo Natale,
in un altro paese ,che tanto mi ricorda,
il calore e l’amicizia, che qui ho trovato.

Nessun commento:

Posta un commento