martedì 18 gennaio 2011

Verso il lago il Breggia và!.
Al centro del greto si increspa l’acqua,
scivola a valle tra massi sommersi
In questo mattino assolato, guardo
di sasso in sasso alla ricerca di vita sommersa,
verso riva una foglia fattasi barca
porta  un insetto morto.
In questo tranquillo fiume,
ha trovato la sua fine, come se fosse
sol cosa nascere,vivere, morire.
Come poeta guardo assorbo
m’arrabatto e scruto.
Qui in quel di Maslianico
Tra rumori di motori, e laboriose genti,
va il Breggia  alla foce ,cercando il suo lago,
 senza mai arrestarsi.

1 commento: