domenica 23 gennaio 2011

IMPRESSIONI SUL LAGO Dì VARESE
Sembra come un sentiero,
 la scia lasciata dalla barca ,
dove i misteri del lago rilucono,
tra bianche Ninfee,
e le verdi acque stagnanti,
 rimescolate dal remo.
Nei chiaro scuri del fondale,
filamentose alghe che ravvolgono resti.
Nel profondo nascosti da una selva,
 grossi Lucci,e lente Fuliche*,
guardinghi scrutano il fondale.
A riva acqua e terra si rimestano,
 nel freddo impasto fertile del limo,
generando e generandosi in vita,
cibano tentacolari radici,
dalla notte dei tempi.
*FULICHE, CHIOCCIOLE LACUSTRI

1 commento: