giovedì 3 febbraio 2011

             SENTIRE

    Sento il vento scompigliare
            i miei capelli,
     la mia pelle rabbrividisce,
      toccando l’erba bagnata,
        guardo le prime stelle,
       nel cielo ancora azzurro,
ascolto il richiamo di un pettirosso
       il canto di una Madre ,
 che addormenta il proprio bimbo.
       Percepisco il mio respiro,
 e il respiro di ogni essere vivente,
       ora ho trovato la risposta,
           a tutti i miei perche.

Nessun commento:

Posta un commento