domenica 13 marzo 2011

AL RII

Tra i ciottoli l’acqua che scorre
intreccia la sua filigrana ,con piccoli flutti
che brillano schivi ai raggi di un sole
sceso a guardare ,
tra le pieghe di querce e di platani antichi.

Il vento leggero ha deciso stamane
di far suonare le foglie ,dirigendo
l’orchestra ,inventando canzoni:
che offre agli ignari passanti,
per farsi sentire.

I passi sul bordo del cheto ruscello
lasciano orme appena vedute.
Nel bosco i folletti e gli gnomi
si risvegliano al suono del passo
danzandomi  intorno ,
come felici al fine di essere trovati.
Questo m’appare ogni qual’volta
Io  vengo ha passeggiare  tra i boschi,
di Vertemate.

Nessun commento:

Posta un commento