martedì 15 marzo 2011

ZUNAMI

                                                       TSUNAMI
Fumo polvere ,acqua,
la terra  si ribella,
più niente tra le mani
sabbia che cade piano
niente altro resta
acqua che tutto distrugge,
di tutto quello che e’ stato,
di tutto quello di cui si sperava
di tutto quello che non aveva ancora un nome
e di quello che anche adesso non ha più un nome
morte , morti che verranno ,
tutto per l’ingordigia dei potenti,
tutto per il dio denaro.
Vi sarà qualcosa da vedere?
non vi sarà qualcosa da vedere
dopo quella curva?
o le curve saranno infinite,
come sempre e’ stato, e
dopo ogni curva non c’e mai stato
niente da vedere.
L’attesa che vi era prima ,
e’ tutta svanita,
davanti agli occhi
c’e’ un tunnel buio che e’ là da sempre,
e come in ogni altro momento saremo  soli.

Nessun commento:

Posta un commento