giovedì 2 giugno 2011

POETA  NEL SOGNO
Sogno di essere amato, compreso,
ma so che sto solo sognando.
Vorrei che tutto in me sia felice ricordo,
non spero in niente, ma prego che la mia vita
non sia dimenticata.
La mia esistenza è quella di un castello di sabbia,
opera artistica effimera e labile,
che le maree investono e frantumano.
Ma non è un castello irreale poiché
poiché l’ho vissuto , con tutto me stesso,
immergendomi sempre nella realtà.
non sono esistito, come un castello di sabbia
che non può esistere in mezzo al mare.
Eppure è così.
Niente è più immaginario,
niente è più onirico
di un sogno esploso in una bolla di sapone.
Tutto è effimero, questa poesia no.
Non c'è nulla di più reale di una poesia
che parla di un castello in mezzo al mare.

1 commento: