martedì 14 febbraio 2012

A casa.

La casa in cima alla salita
di via Castagnevizza
ricordo sfumato dal tempo,
come in un disegno di bambino
in fondo al tunnel verde del viale.

Affiancata da alti salici,

intervallati  da profumati roseti,
ricordi di ginocchia sbucciate,
per le corse in discesa con la carretta,
e dalle lunghe guerre indiane.

Dei primi baci, le prime carezze.


Il motore sforza in salita

e le ruote scivolano sul ghiaietto
che schizza e copre i battiti del cuore,

Nessun commento:

Posta un commento