sabato 1 settembre 2012


Il primo caffè
(ma che schifo se non sei con me)
Fiocchi piccoli e intensi, cadono dal cielo  sferzati dal vento,
fra poco arriverà l’alba, le luci, nelle case lontane, si accenderanno,
volti insonnoliti, capelli arruffati, dondolii di gambe, poi l’odore del caffè..inonda l’aria .
Anch’io lo sorseggio, nel mio bicchiere di alluminio, che scotta, ed il calore si espande fra le mani ghiacciate, mentre seduto accanto ad un piccolo fuoco, lascio che la neve si posi sulle spalle.
Non ci sono stelle, ne luna..le ombre degli alberi coi loro rami sembrano  braccia che s’innalzano al cielo.. . Sono solo qui, penso..,poi cancello tutto, ripenso, accendo la trentesima sigaretta, mi guardo intorno, mentre aspetto il tuo ritorno.

1 commento:

  1. provo ancora a lasciare il mio commento:
    mi sto bevendo le tue poesie come tu il primo caffè.
    Felice di averti conosciuto, continuo a leggere...

    RispondiElimina