giovedì 15 novembre 2012


RIFLESSIONE
Sento il mio respiro attraversato dal
ricordo, io come un puntino in mezzo
alla gente che impazzita mi gira
attorno.
Mentre la mia testa gira, ed i battiti
del cuore non oso ascoltare.
Vedo scorrere il tempo, lo vedo
scorrere invidioso tra le righe del mio
quaderno, dove cuciti ai bordi , lievi
sospiri felici trovo racchiusi nelle
sillabe di ogni parola.
Vorrei essere soldato vigile, di questo
unico momento,
guardiano di quest’unica pace.

3 commenti:

  1. Bei versi per quegli attimi di chiara veggenza e consapevolezza di noi che ogni tanto ci attraversano

    RispondiElimina
  2. Intensa e profonda , leggera e sfuggente , spesso come la vita!
    Buona serata amico caro!

    RispondiElimina
  3. Grazie Nella per le tue belle parole,
    ma il ponte che si vede nella foto è il ponte sulla Lima?

    RispondiElimina