sabato 12 gennaio 2013

SOLITUDINE



Riflesso il mio volto vedo in questa fontana,
mi guardo, rifletto, cerco con lo sguardo,
nei più reconditi pensieri dell’anima.
Ma solo un muro di silenzio, ho come risposta.
Cade una goccia, un cerchio che si allarga,
chiedo all’onda; ma io chi sono?
Ma tu chi sei?
Guardami bene risponde,
io sono parte di te.
Tu mi hai creata con la tua malinconia,
tu mi hai fatta sgorgare dai tuoi occhi
per tenerti compagnia.
Immergi le tue mani dentro questo
liquido che è solo tuo,
prendimi per mano,
attraversiamo questo muro silenzioso,
cosi potrai ritrovare la tua vita,
pensando al bene che ti circonda.
Solo lacrime di gioia zampilleranno,
d’ora in poi da questa fontana.


Nessun commento:

Posta un commento