lunedì 8 novembre 2010

PAZZO

A volte penso di essere un pazzo,
una specie in via di estinzione,
non penso con la mente,
ma penso con il cuore.
Quello che non mi và lo regalo,
quello che non mi serve non lo butto,
per me è una regola,
non versare una goccia.
Non ho lacrime finte,
non aggredisco mai di furia,
e quando è il momento di finirla,
io vado con rispetto e senza ingiuria.
A tè la tragica elegia,se io malvagio sono,
nel darti il mio congedo,
io non ti voglio rimproverare,
con te io lascio il mio mattino,il mio domani.
Tutta la vita mia.

Nessun commento:

Posta un commento