lunedì 15 novembre 2010

Poesia e fantasia

Al trascorrere della notte in quell’angolo
di cielo chiamato desiderio,
giungevano ancora a noi frammenti,
della nostre frasi d’amore, preludio all’estasi,
e al vibrar dei nostri corpi.
Al tocco delle carezze,Venere accende
 una pioggia  di brillanti stelle,
a noi persi ancora in questo dolce desiderio.
Ci risvegliamo da questa fantastica poesia.

Nessun commento:

Posta un commento