martedì 19 luglio 2011

PAROLE NON TROVATE

Come il mare le tue lacrime lasciano sale sulla mia pelle.
Come il mare fai sorridere l'orizzonte ogni nuovo giorno.
Alle prime luci dell'alba mi rispecchio nelle calde acque di te.
Sei l’ultimo filo di luce prima del calar del buio,
mentre scende e si spegne in te ogni mio desiderio.
Come mare trascino il tuo ricordo dentro quei momenti,
lì fermo a guardarti senza sapere più cosa dire.
Restare li muto e immobile, magari con la voglia di raccontarti,

migliaia di cose, di come il mondo,
tuo di ogni giorno ormai si intreccia con il mio in ogni istante.
Si può dire tutto o niente, si può tentare di immaginare,
se puoi  quello che senti poi,
ma le cose più vere non riesco mai a dirle.

Nessun commento:

Posta un commento