martedì 10 aprile 2012

PAULO COELHO (dedica)
La in quella piazza antica
dove gira una piccola
giostra a catenelle
e piedi spingono
una mano che s’allungata
verso l’alto fiocco
della vittoria.

In quella piazza dove la musica
si mesce alla nostalgia,
all'allegria, alla passione
creando un turbinoso vortice d’amore.

Voglia di pensare
ma ha cosa? Sorrisi, e pianti
da soli vanno al circense gioco
spettacolo ingannevole
creato ad’arte per emozionare,
bisognerebbe
prenderne le distanze.

Ma a volte la finzione
l'immaginazione
la carezza dei racconti
i respiri vicini sono piccole luci
in quell'oscurità deforme
partorisce la vita
quella vera.

Nessun commento:

Posta un commento