sabato 23 giugno 2012

Frettolosa … mente
Nell’oscurità del tempo
il ciclo delle nostre vite
danza senza tregua.
Esili cerchi
cielo terra
solamente scie
di fumo evanescente,
intenso ritmo variabile,
esplosione di energia,
multiformi risucchi
a spirali inverse,
giochi di fontane
dodecaedrica materia,
dissoluzione di
pensieri solidi,
trasparenti amebe
nel buio dell’infinita notte,
turbinosi movimenti,
ritmi vitali, echi tenui,
segni residuali
di astri dissolti,
roteanti ammassi di nebulose,
creano ritagli incandescenti,
che precipitano nell’immensità degli abissi.
Dell’infinità è il nulla.

Nessun commento:

Posta un commento