giovedì 28 giugno 2012


Perche amo il fiume,
Perche amo il fiume,
non per i suoi tremolanti riflessi,
dove vecchi pioppi , e novelle acacie,
stanno a specchiarsi, in ogni placida ansa.
L’amo per quella quiete che infonde,
nel  vedere, paesi , e campanili,
riflettersi dall’alto della valle.
L’amo perche in lui c’è qualcosa di me,
come quell’incedere silenzioso.
C’è qualcosa di me, in quel suo incresparsi
ad ogni sussurrar di vento,
per poi tornare placido più innanzi.
C’è qualcosa di me, quando si apre
nel suo infinito estuario ,
per unirsi al mare. 

2 commenti:

  1. Che bei versi è un piacere leggerli . Con il caldo sto poco sul computer . Ma passato questo momento con gioia leggere le tue poesie .
    Un abbraccio sincero . Buona domenica ina .

    RispondiElimina