martedì 4 settembre 2012

MATTINO D'AUTUNNO


Scorrono  i pensieri 
come fili di seta, 
mentre la mente vaga
verso il fiume.

Tra l’onde  una danza di d’orate foglie morte, galleggiando crea filigrane d'argento.

L’Airone cenerino svanisce nelle brume mattutine, nella ricerca d’un incauta preda.

Ha dar forza ella sponda l’acero vermiglio s’allunga superbo, nel desiderio sublime di danzare col sole.

Nessun commento:

Posta un commento