venerdì 2 novembre 2012

IL PESCATORE


Faticosamente  remava                                                       la sua Lucia,                                
pareva un grosso fardello
che aumentava di peso,
e sfiniva il respiro,
ad ogni colpo di remo,
ad ogni nuovo tentativo,
di cambiar la rotta.
Mentre il  moto naturale e costante
delle correnti del lago
lo allontanava dalla riva,                     
da quel vecchio porticciolo,
colmo di vele consunte,                       
e vecchi fasciami.
Così vidi in quegli occhi,                    
di dì vecchio pescatore,
il naufragio della vita
sulle rocce del suo Lago,
ma lui ostinato volse                            
lo sguardo
alla pallida luce,                               
che dal sorger del sole
gli allevia quel buio dagli occhi.

Nessun commento:

Posta un commento