martedì 2 aprile 2013

Le mie cartoline


Tra le mani vecchie cartoline
della mia amata terra,
le guardo ne risento gli odori.
Tra le mani vedute di anni passati,
parole scritte con inchiostro nero per i saluti,
rosso per dichiarare un amore.
Malinconia tristezza mi coglie
ma non tergiverso, oggi è un altro giorno.
Seguendo gli antichi profili
immerso in ogni parola,
assorto dai dolci sussurri di teneri amanti,
incatenati tra quelle sillabe d’amore.
Queste vecchie cartoline,
fanno vibrare il mio cuore
stringendolo nella morsa dei ricordi.
E rivivo ancora tutto,
con la felicità,di un vagabondo che nel suo lungo errare, uscendo dal fango
dei ricordi più crudeli, ha ritrovato la via.
Ho rivisto la gioventù su quei paesaggi color sabbia,
letto parole che più non si riscrivono
di questi tempi.
Cartoline ritrovate,
nascondono una lacrima triste
nel ricordare le mille,
che di quell’album erano storia.                                            Un pugnale conficcato
nel cuore ancora sanguinante.

2 commenti:



  1. Para ti...
    Que haces sonreír a mi alma,
    y me alimentas con tus vistas.
    ► ♣ ◄

    Para ti...
    Que a través de la distancia
    me han contagiado de tu ternura.
    ► ♣ ◄

    Para ti...
    He colgado una rosa que lleva tu nombre, en la estrella más bella,
    para que cuando mires al cielo te acuerdes de mí...
    Como yo me estoy acordando en este instante de ti!!
    ► ♣ ◄

    Atte.
    María Del Carmen





    RispondiElimina
  2. gracias Maria es siempre felicidad por my lejer tus palabras dulces

    RispondiElimina