venerdì 2 settembre 2016

TI RICORDI?

Te se ricordat?
Lacrime, e risate di quando eravamo bambini
Vi ricordate?
La felicità di una sorpresa,
la tristezza del primo amor perduto,
un miscuglio carico di gioie, e dolore,
che il destino, teneva in serbo,
per ogn'uno.
La vita, l'amore, gioia, e dolore,
scia di muschio profumato, che la vita,
lasciava dietro di noi,
l'odore del pane appena sfornato,
di una serena giornata, fresca di rugiada,
bel mosto che bolliva nei Tini,
l'odore del bucato,
l'odore della mia casa,
di quando ero bambino.
Che faceva stralunare gli occhi,
alle meraviglia di questo mondo.

Te se regordat?
I lacrim, e i ridad da quand serum fiöö
Sa regurdee?
La felicitä da una surpresa,
la tristezza dal primo amur perdü,
un mescüji caric da gioie, e dulur,
che l'destin, al tegneva da part,
per ogn'ün.
La vita, l'amur, gioia, e dulur,
scia de munina prufumada che la vita,
la lasava da dre a ogni ün,
l'udur dal pan apena sfurnaa,
d'una serena giurnada  fresca de rusada,
d'ul most che al büiva, dentar ai Tini,
l'udur da la bügada,
l'udur de la mè cà, da quand seri fiöö.
Che al faseva stralünà i öcch,
ai meravigli da stu mund.

Nessun commento:

Posta un commento